Dai un’occhiata anche…

  • Puoi chiamarmi Emma

    18,00

  • A New York con Patti Smith

    15,00

  • Judo

    17,00

  • Se bruciasse la città

    18,00

Transito

15,00

ISBN:978-88-6004-569-0
Pubblicazione: aprile 2021

Traduzione di Matteo Lefèvre

Categories: ,

Descrizione

Alla soglia dei trent’anni, Aixa de la Cruz raccoglie i ricordi dei momenti più significativi della sua vita: dal giorno in cui una delle sue migliori amiche rimane gravemente ferita in un incidente stradale al divorzio, dai rapporti sessuali con altre donne all’infanzia passata senza un biopadre. Come in un vortice, risucchia i legami, la famiglia, l’identità. Li mastica e li risputa. Si interroga sull’idea di colpa, non sulla sua accezione religiosa, ma come l’intercapedine in cui si forma la giustizia poetica. Riflette sull’attualità che la circonda e che influenza la sua generazione, il movimento #MeToo, lo scandalo delle torture di Abu Ghraib, la femminilizzazione della politica. Transito accumula esperienza su esperienza fino a innalzare un muro e invita, o forse trascina, il lettore a passare dall’altra parte. Quella di Aixa de la Cruz è la scrittura impure dell’io: tra narrazione e saggio sull’identità sessuale, letteratura confessionale e autofiction, rassegna di tweet e insieme di teorie. Ma questa litania viene interrotta quando l’io incontra l’altro e le fantasticherie si fanno carne e le cicatrici riprendono a sanguinare.

Scarica il primo capitolo

Autore

Aixa de la Cruz

Nata a Bilbao nel 1988, ha una laurea in Filologia inglese e un dottorato in Teoria della letteratura e Letteratura comparata. Ha pubblicato i romanzi De música ligera (451 Editores, 2009) e La línea del frente (Salto de Página, 2015) e Diccionario en guerra (La Caja Books, 2018), una proposta ibrida di finzione e saggistica sul femminismo. Transito, in Spagna, ha vinto il Premio Euskadi de Literatura en castellano 2020.

Rassegna Stampa

la Lettura, Romana Petri

Robinson, Aixa de la Cruz

Il manifesto, Alessandra Pigliaru

tuttolibri, Claudia Durastanti

Il Foglio, Nadia Terranova

Sette, Ilaria Gaspari

Internazionale, Begoña Méndez (El Mundo)

Le Monde Diplomatique, Geraldina Colotti

Quotidiano del Sud, Isabella Marchiolo

Critica Letteraria, Marta Olivi

Satisfiction, Carla Magnani

Rivista Grado Zero, Antonio Esposito

La Bottega di Hamlin, Donato Bevilacqua

La Freccia, Alberto Brandani

Il Foglio, Antonio Gurrado

Repubblica Milano, Simone Mosca

Grazia, Valeria Parrella

Modulazioni temporali, Laura Franchi

Prodotti Correlati

  • Puoi chiamarmi Emma

    18,00

  • A New York con Patti Smith

    15,00

  • Judo

    17,00

  • Se bruciasse la città

    18,00

Iscriviti alla Newsletter

Scopri in anteprima le prossime uscite, gli eventi da non perdere,
sconti e promozioni in corso e interviste esclusive

Clicca qui per iscriverti adesso!
Torna in cima