Close

Black & white

Traduzione di Seba Pezzani
Collana: Tag: , , Autore: Lewis Shiner ISBN: 978-88-6004-503-4 Product ID: 2018

Descrizione

Michael Cooper, di professione fumettista, raggiunge il padre malato terminale di cancro nel North Carolina, dove un’esistenza di menzogne inizia a dipanarsi davanti ai suoi occhi. Accompagna il padre e la madre da Dallas alla zona urbana di Durham, dove scopre cose inquietanti sulla sua famiglia. È lì, infatti che è costretto a misurarsi con il passato del padre, ossessionato dagli spettri del voodoo, dei suoi adulteri e di un omicidio, per colpa dei quali approderà in un posto chiamato Hayti, un tempo la comunità afroamericana più prospera del Sud. I misteri della famiglia di Michael si trasformano presto in una questione di vita e morte, mentre nuovi conflitti razziali si scatenano, dando libero sfogo alle tensioni che non si sono mai del tutto placate dagli anni Sessanta. Il tutto si svolge in un contesto sociale credibilissimo, quello del tentativo maldestro del governo americano di riqualificare le zone urbane a maggioranza nera, finendo per segregare interi quartieri e comunità, creando società parallele che spesso sono sfuggite del tutto al controllo dello Stato e hanno amplificato le difficoltà che avrebbero dovuto cancellare o, quantomeno, limitare. La comunità afroamericana di Hayti, infatti, è un quartiere malfamato di Durham, centro del North Carolina noto soprattutto per l’ateneo privato di Duke, eccellenza universitaria per pochi eletti, quelli con il portafogli del papà ben foderato.

Tra amori complicati e tentativi di una integrazione sempre più difficile, la penna di Lewis Shiner tratteggia un universo che sembra così lontano nel tempo e nello spazio eppure, in qualche modo, riguarda ancora ognuno di noi.

Autore

Lewis Shiner

Nato in Oregon nel 1950 ha conseguito una laurea alla Southern Methodist University di Dallas. Ha pubblicato: Frontera (1984), Visioni Rock (1993), vincitore del World Fantasy Award e Slam (1990). Gli ultimi romanzi (Black & White, 2008, e Dark Tangos, 2011), acclamati dalla critica, hanno preso le distanze dalla narrazione fantastica.

Rassegna Stampa

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito.