Spesso ci si chiede come poter allargare il numero dei lettori in Italia e come favorire una maggiore sensibilizzazione dei giovani verso la lettura.

Altrettanto spesso si scaricano le colpe sulla scuola senza però cercare di proporre progetti o sinergie che favoriscano il lavoro degli insegnanti e stimolino gli studenti. Per questo motivo ormai da diversi anni la Giulio Perrone Editore porta avanti un progetto in collaborazione con istituti scolastici di vario livello cui partecipano autori simbolo della casa editrice, da Dacia Maraini a Ugo Riccarelli, da Lia Levi a Paolo Di Paolo, da Giuseppe Aloe a Walter Mauro. L’idea è semplice. Periodicamente vengono inviate ai docenti le pubblicazioni del catalogo che sono ritenute adatte a una lettura scolastica. Il docente liberamente sceglie il libro (o i libri se si lavora su un progetto annuale da più incontri) per proporlo agli studenti  per instaurare un progetto di lettura e lavoro in classe sul testo e le tematiche che esso solleva. Successivamente si organizza un incontro in cui gli studenti possono dialogare direttamente con l’autore sul lavoro svolto, sulla sua esperienza di scrittore e sulle riflessioni suscitate dalla lettura del libro. L’obbiettivo della Giulio Perrone Editore è quello di stabilire un rapporto sempre più stretto con i professori e con le scuole che, oltre a proporre incontri con gli autori che possano avvicinare i giovani alla lettura, possa creare collaborazioni per la realizzazione di circoli di lettura e laboratori che tocchino i temi della scrittura creativa, del lavoro editoriale e del giornalismo culturale.