Carte sanitarie

Collana:

pp. 102

Formato 12x18

ISBN: 978-88-6004-134-0

Poesia

10,00 €

La medicina alternativa proposta dalla Leone torna così ad annodare i fili del cosmo, quello piccolo e quello grande, per ritrovare il posto di tutte le cose nella comune politeia della natura.

Giancarlo Alfano

 

C’è una guerra che dura ininterrotta dentro il nostro corpo. Fu innescata insieme alla nostra vita, patita prima ancora di poter dire “io”. Di questa estraneità a se stessi parlano le Carte sanitarie di Letizia Leone, le quali, al franare dei muscoli, tendini e vasi sanguigni, oppongono una “melodia farmaceutica” fatta di versi piani, di giunzioni accorte, di cadenze sicure. Ne viene fuori una poesia che si misura sul dolore, lo spasmo, sul discorso interminabile degli organi che vorrebbero disperatamente separarsi gli uni dagli altri per tornare a quegli astri da cui sentono di provenire.

L’autrice

Letizia Leone è nata a Roma dove vive e lavora. È stata segnalata al premio internazionale E. Montale (1997) e premiata al concorso “Nuove scrittrici” Ed. Tracce Pescara (1998 e 2002) e al premio “Grande Dizionario della Lingua Italiana” fondato da S. Battaglia (1998) ed. UTET, Torino. Sue poesie e racconti sono comparsi su antologie e riviste dal 1995. Ha pubblicato due raccolte poetiche: Pochi centimetri di luce L’ora minerale.


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito.