Lontananze perdute

La Sicilia di Dacia Maraini

Collana:

2016

pp. 160

Formato 13x20

ISBN: 978-88-6004-418-1

13,00 €

Questo libro è un viaggio “alla ricerca della Sicilia perduta” di Dacia Maraini, l’isola vissuta e quella scritta, un percorso attraverso le opere e la memoria dell’autrice.
Di evocazione in evocazione emergono gli scrittori siciliani che popolano l’immaginario della grande scrittrice: da De Roberto a Tomasi di Lampedusa, da Pirandello a Sciascia, Vittorini, Brancati.
Nel corso di questa discesa nella memoria prendono corpo le figure familiari più determinanti, i luoghi della sua antica nobiltà, oggi guardata con disincanto, ma anche il cibo e le ricette del nonno Enrico, i quadri della madre Topazia Alliata, le amicizie che da anni accompagnano l’autrice e i nuovi sodalizi nel segno dell’arte, i sorrisi e le nostalgie, nascosti tra le pagine de “La lunga vita di Marianna Ucrìa”, di “Bagheria”, dei racconti, del teatro e de “Il sommacco. Piccolo inventario dei teatri palermitani trovati e persi”.
Con gli occhi curiosi di un visitatore, Eugenio Murrali ci fa conoscere le “lontananze perdute” della maggiore narratrice contemporanea.
L’opera è arricchita dalle introvabili poesie siciliane della Maraini e da un suo luminoso e altrettanto irreperibile saggio su Federico De Roberto.

Autore

Eugenio Murrali è giornalista professionista e collabora con testate italiane e straniere.
Ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia e Filologia del Mondo Antico all’Università di Roma “Sapienza” e all’EHESS di Parigi.
Si occupa di letteratura e teatro. Da alcuni anni studia l’opera di Dacia Maraini, insieme alla quale ha scritto “Il sogno del teatro. Cronaca di una passione” (Rizzoli, 2013).


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito.