Buio in sala

Guida breve ai cinema di Roma

Collana:

2016

pp. 128

Formato 13x20

ISBN: 978-88-6004-426-6

12,00 €

«È sempre bene sapere dove si trova l’ospedale, la caserma o la pompa di benzina più vicina a te, è una questione di sopravvivenza. Lo stesso vale per i cinema». Quelli storici, quelli d’essai, i cinema-teatro, quello dei piccoli e i cinema-bistrot. Quanti di loro sono sopravvissuti e cosa sono diventati?
Un giro in scooter per le vie di Roma, la città del cinema e dei cinema, alla scoperta di un universo di sale che ogni anno inaugurano o falliscono, proiettano anteprime o terze visioni, che vengono occupate, sgomberate, riconvertite in bingo, banche, complessi residenziali o «ricoveri per piccioni». Una mappatura topografica, una guida agevole e introspettiva ai cinema romani.
Stefano Scanu ci accompagna a visitarli, ci invita ad entrare, a sederci tra le poltrone di velluto, Lost in translation, per poi uscire dalla porta d’emergenza. Ricostruisce le storie, conversa con chi quegli spazi li ha vissuti o trasformati. Un passaggio a volte malinconico attraverso officine culturali ormai livellate e panoramiche di palazzi dai portoni serrati.
Si scopre che esistono legami profondi tra le vicende del cinema e quelle personali, legami che contaminano, s’intrecciano e conducono alla scoperta dell’identità più autentica di questi luoghi.

Stefano Scanu

Stefano Scanu nasce, vive, lavora come libraio e scrive a Roma.
Nel 2014 ha pubblicato una raccolta di poesie intitolata Come un albero per un’ampolla per Giulio Perrone Editore. Questo è il suo secondo libro.


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito.