La logica del desiderio

Collana:

pp. 212

Formato 13x20

ISBN: 978-88-6004-348-1

Romanzo

12,00 €

Giuseppe Aloe grazie ad una scrittura sorvegliata, riesce a creare uno spaesamento non solo emotivo.

Il Venerdì di Repubblica

Garbo e immaginazione si mescolano e si accavallano offrendo al lettore un piatto ricco capace di rattristare, ma anche di regalare emozioni. Purissime. Amarissime. Ma uniche.
Il Giornale

Candidato al Premio Strega 2012

 

Il cortile interno di un palazzo di inizio secolo, un posto tranquillo. Un ragazzo passa interi pomeriggi, sul ballatoio, a correggere un romanzo che non riuscirà mai a pubblicare, a leggere e a seguire i curiosi movimenti dei gatti. Poi un giorno, su una bella macchina grigia, in compagnia del marito, arriva Vespa, “l’inappuntabile ritratto dello splendore”, che ha gli occhi più irrefrenabili che lui abbia mai visto. In poco tempo i due diventano amanti. Non è il solo, però. E presto la donna si stanca di lui. La passione che aveva sconvolto quella calma solo apparente diventa allora morbosa e alimenta inquietudini e nevrosi rivelando di quali elementi sia fatta, in fondo, la materia del desiderio e dove possa portare, senza averne quasi cognizione, la sua imprevedibile logica, ammesso che ne esista una.

L’autore

Giuseppe Aloe nasce a Cosenza nel 1962. Ha pubblicato per la Giulio Perrone Editore il volume di racconti Non pensare all’uomo nero… dormi (2005) e i romanzi Non è successo niente (2009) e Lo splendore dei discorsi (2010).

Rassegna Stampa

Pierfrancesco Matarazzo, Sulromanzo

Flaneri.it (videointervista)

Giovanni Pannacci, Mangialibri.com

Affaritaliani.it

Avanti.it

Corrieredellasera.it

Adnkronos.it


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito.